10 dicembre 2012

Il carteggio Gambardella Grimaldi



3 dicembre 2012 e segg.:
  • Francesco Gambardella a Emilio Grimaldi
DR. EMILIO GRIMALDI,
Mi è stato segnalato, ed ho all’uopo verificato, che su un blog di cui lei risulterebbe essere direttore, o comunque dominus esclusivo, è pubblicato un commento relativo ad una lezione tenuta dal Prof. Murone in uno ad un’affermazione, sibillina e strumentale nel contempo, a contenuto palesemente diffamatorio laddove si fanno delle illazioni non supportate, tra l’altro, dall’oggettività del fatto così come rappresentato. A fronte di ciò, la presente è da intendersi quale formale diffida funzionale alla immediata cancellazione della notizia siccome rappresentata, almeno nella parte in cui coinvolge la mia persona. Qualora ciò non avvenga nell’immediatezza, senza altro avviso, procederò a termini e condizioni di legge in sede penale e civile. Non pensi che il notevole lasso di tempo intercorso tra l’epoca di pubblicazione dell’articolo e quella attuale possa garantirle impunità giudiziarie (penali) in virtù del decorso del tempo massimo entro cui realizzare la condizione di procedibilità. Solo oggi sono a venuto a conoscenza della bassa illazione contenuta nell’articolo che,  ribadisco, non è nemmeno supportato dal dato oggettivo evocato.
Attendo un suo celere riscontro.
Avv. Francesco Gambardella
  • Emilio Grimaldi a Francesco Gambardella 
Gentile avvocato Gambardella,
a quale commento e a quale post si riferisce?
Aspetto sue nuove.
Cordialità
eg

  • Francesco Gambardella a Emilio Grimaldi
PREG.MO
DR. EMILIO GRIMALDI
Riscontrando la sua mail, comunico che l’articolo in questione è del 10.02.2010 ed ha ad oggetto una lezione tenuta dal Prof. Murone. Attendo immediato riscontro alla mia richiesta di cancellazione.
Distinti saluti.
Avv. Francesco Gambardella
  • Emilio Grimaldi a Francesco Gambardella
Rispondendo alla Sua,
Ora che finalmente ho capito, gentile avvocato, a quale post (o commento, come lei chiama i post contenuti sui blog) Le ricordo qualcosa che Le sarà sfuggito in questi quasi tre anni di distanza dalla pubblicazione della notizia sulle lezioni tenute dal docente Mario Murone. Il post in questione è stato, ed è ancora, sotto attenzione giudiziaria. E, come può leggere da Lei stesso, nel post datato 2 novembre 2012, la Corte d'Appello di Catanzaro si è espressa inibendo la sentenza di condanna di primo grado espressa da un go lametino nel dicembre 2011 e ha rinviato al 28 ottobre 2015 la pubblicazione delle conclusioni in merito.
D'altro canto, approfitto per dirle che,  il "tempo", e il suo passare, per il sottoscritto, non è un problema, non lo è mai stato. E, dunque, - Le vorrei precisare - non mi ha mai garantito l'impunità giudiziaria, cioè: non ho mai pensato che ciò potesse e potrà mai accadere, convinto, nel merito e nel contenuto, che la verità a volte si fa aspettare anche 700 anni, come successe alla famosa donazione di Costantino, di cui Lei, uomo di cultura, saprà.
Motivi sufficienti per risponderLe che può agire come meglio Le aggrada, i Tribunali di Lamezia Terme e di Catanzaro già, come lei chiede, indagano sulla veridicità o falsità delle notizie ivi contenute.
Cordialità e buona notte.
eg
 Ps
se ha difficoltà a trovare il post del 2 novembre sul blog, me lo dica, glielo linko io stesso. 
     

  • Francesco Gambardella a Emilio Grimaldi
DR. EMILIO GRIMALDI,
Facendo seguito all’intercorso scambio epistolare, preso atto delle sue ragioni, non ritenendo le stesse assolutamente satisfative ed apprendendo, tra l’altro, dell’esistenza di un contenzioso giudiziario tra parti diverse da me ed al cui oggetto ed esito sono completamente disinteressato,  risultando, peraltro, pacifico che non intende recedere, ovviamente in parte qua, dalla diffamatoria affermazione contenuta in quel post (che ribadisco ha il postulato oggettivo falso) procederò a termini e condizioni di legge. Nel contempo la ringrazio per avermi anticipato, implicitamente, che rinuncerà alla eccezione di prescrizione  visto che per lei, giustamente, il passare del tempo non è sinonimo di garanzia di impunità giudiziaria.Le chiedo, da ultimo, se mi fa conoscere il suo domicilio per la notifica degli atti, non riuscendo a rinvenirlo sul blog.
Buon lavoro.
Avv. Francesco Gambardella
  • Emilio Grimaldi a Francesco Gambardella
Gentile avvocato,
la mia concezione del tempo, in risposta alla Sua, l’ha allungata così tanto che è arrivata finanche negli angoli più subdoli delle sue mire precostituite, devo ammettere che è fornito di una brillante fantasia. Non ho mai detto che non sono interessato alla eccezione della prescrizione. Questa sfumatura del tempo è materia di giudice di Tribunale, non Sua o mia. Sarà lui a valorizzarla e consegnargli il giusto peso anche per l’uditorio e i lettori.
Cordialità
eg

  • Francesco Gambardella a Emilio Grimaldi
Dr. Grimaldi,
mire subdole ne avrà lei, giammai io. Altrimenti non si spiega questa inaudita sua pervicacia e perniciosa ritrosia a prendere atto di un errore che si riversa su un utilizzo distorto del mezzo di informazione. Non so nemmeno chi lei sia e che attività svolge. Pertanto per me rappresenta il nulla assoluto. Per il resto si vedrà. Di certo nessuno, tanto meno lei,  può osare mancarmi di rispetto, surrettiziamente utilizzando dati che sono falsi e, nella loro oggettiva falsità non hanno bisogno di accertamenti.  Le avevo fatto rilevare un qualcosa di falso (appunto) oggettivamente che avrebbe potuto, in parte qua, tranquillamente rimuovere dal post. No lo ha fatto. Traggo le mie conseguenze ed il suo atteggiamento orienterà le mie determinazioni.
Buon lavoro.
Avv. Francesco Gambardella
  • Emilio Grimaldi a Francesco Gambardella
Nessuna mancanza di rispetto, gentile avvocato.
E' stato lei a rimettere su un piano giudiziario-temporale quello che era un invito a non sentirmi immune dal tempo che passa.
E' stato lei a circoscrivere quello che era una liceità letteraria sul tempo in un ambito precostituito. Da qui il mio commento di subdole mire.... E' vero che non ci conosciamo personalmente. E il nulla assoluto che rappresento per Lei dà la mia misura della Sua statura morale, Lei è Lei, e gli altri non sono nessuno, soprattutto se non li conosce. Parafrasando il Suo linguaggio si potrebbe enucleare la minaccia - recentemente riconosciuta dalla Corte di Cassazione - di: "LEI NON SA CHI SONO IO". Ad ogni modo, non mi faccio intimidire.
Cordialità
eg

  • Francesco Gambardella a Emilio Grimaldi
DR. GRIMALDI,         
nessuno si sente di essere al di sopra altro, tanto meno io. Il nessuno, è evidente, è riferito all’essere per me lei ignoto, come lo sarò io per lei. Le voglio aggiungere un’ultima cosa. Quanto letto sul suo post mi ha fatto molto arrabbiare ed inquietare perché falso e diffamatorio. Era mia intenzione querelarla per diffamazione ovvero procedere ad un’azione giudiziaria per risarcimento danni. Oggi ho invece deciso che non farò nulla. Le rinnovo solo l’invito iniziale di rimuovere l’inciso che mi riguarda. Dopodichè se lo vorrà fare ne prenderò con piacere atto, diversamente vivrò lo stesso e nel contempo le auguro, sinceramente, lo stesso buon lavoro e buon Natale. Il lievitare dei toni va contro il mio modo di vedere e vivere le cose.
Avv. Francesco Gambardella
  • Emilio Grimaldi a Francesco Gambardella
Gentile avvocato,
prendo atto della sua decisione.
Le auguro Buon Natale e Felice anno nuovo anch'io.
Un'ultima cosa, mi autorizza a pubblicare il carteggio sul mio blog, annerendo il suo indirizzo mail e senza l'aggiunta di ulteriori miei commenti?
Cordialità
eg

2 commenti:

Anonimo ha detto...

si starà muovendo qualcosa? sta cambiando qualcosa? personaggi che si ritenevano immuni.... saranno messi sullo stesso piano dei comuni mortali? ai posteri ardua sentenza!!!!!

domenico ha detto...

dottor Grimaldi fino a quando scriverà verità non avrà nulla da temere, leggo il suo blog perchè è molto interessante e perchè la sua penna scrive molto bene.

COPYRIGHT

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.