3 giugno 2016

Massimo Ranieri in concerto ad Acri con Salvatore Ferraro


Massimo Ranieri sarà ad Acri il prossimo 18 agosto. Lo rivela il sito ufficiale di lercio.it. Così come il prossimo vicesindaco del Comune sarà sempre Salvatore Ferraro, non la moglie, lui in persona questa volta. Redivivo dalla fase Mab del sonno sabbatico, ha preferito voler partecipare all’evento “Rose rosse per te” a favore del sindaco, Nicola Tenuta, anziché andarsene in Inghilterra e rimuginare una “Rinascita” dall’Oceano. Al suo seguito tutti gli assessori che si sono dimessi negli ultimi tre anni. Così tanti da formare una cover vera e propria per Massimo Tenuta. Per l’occorrenza hanno predisposto anche un’illuminazione ad arte. Ad personas, per entrambi e tutti i candidati. Il rinnovo del Consiglio comunale può aspettare.

28 maggio 2016

Zagarise, il West per un pugno di dollari

"La città del West" di Zagarise in allestimento 

Il West - da quando gli americani hanno occupato le terre a Ovest del Mississippi - è diventato il concetto, lo scopo della libertà conquistata sul campo. Tanto che una volta raggiunta la costa dell’oceano Pacifico non si sono mai più fermati. C’era sempre un West da superare. Prima la Pace in Europa nelle due guerre mondiali, poi la democrazia ad Est del Vecchio continente. Infine la Pace in tutto il globo. Il West è il confine oltre il quale si vive meglio, bisogna solo oltrepassarlo, ci vogliono dire.

16 maggio 2016

Acri, il matrimonio di Giovanni Cofone con il Giudice di Pace

L'ufficio del Giudice di pace di Acri

Giovanni Cofone è il nuovo direttore istruttivo amministrativo del giudice di Pace di Acri. A nulla sono valse le segnalazioni dell’Autorità nazionale Anticorruzione sul conflitto di interesse manifestato dallo stesso Giovanni Cofone che nei mesi scorsi aveva predisposto la procedura di reclutamento a suo uso e consumo con l’avallo del segretario comunale, Cosimo Straface.

13 maggio 2016

Il viaggio della penna di Bruzio verso la Rai

Un frame de La penna di Bruzio

Roma, via Tiburtina. Libreria Feltrinelli. Fine 2013. La sala è stracolma di gente. Non c’eravamo solo noi, Mattia e io. Tanti altri volevano incontrare il maestro. Claudicante, con la faccia rugosa ma ferma sul tempo di due secoli, Andrea Camilleri, si avvicina ad un tavolo predisposto per lui. Parla del suo libro. Delle sue memorie siciliane speculari di una cultura millenaria e crocevia tra Occidente e Oriente.

12 aprile 2016

La Pax Acrese

Palazzo Gencarelli (Acri)

Il potere politico si conquista con la guerra, ma si conserva con la pace. La guerra della campagna elettorale in cui i pretendenti alla vittoria per persuadere gli elettori accusano, offendono, minacciano. Una guerra in cui i candidati passano da una parte all’altra come marionette, dove le promesse valgono almeno quanto i colpi di fucile. Ma dopo - qui viene il bello - è fondamentale la conservazione del potere acquisito. Dove un ruolo importantissimo lo gioca la capacità dell’Amministrazione di turno di preservare la pace. Non si accettano le proteste di popolo. Non sono apprezzate le carte bollate. E non piacciono le persone che possono creare disturbo, che rovinano la pax bramata e raggiunta con tanta passione.

COPYRIGHT

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.