26 febbraio 2015

Il rantolo di Nicola Tenuta

Nicola Tenuta entra a Palazzo Gencarelli

Tra Tenuta e Trematerra, Nicola il primo e Gino il secondo, attuale sindaco ed ex il secondo, c’è sempre stato un rapporto tellurico, della nuda terra. A parte la stabilità o il tremolio della materia prima, la variante dei soldi ha ininterrottamente asciugato il fango tra i due. Il guaio è che ultimamente, dopo i movimenti dell’Anas a favore della tenuta delle strade italiane. Dopo le consulenze sulla tenuta, questa volta degli studi, qualcosa si è perso e il fango ha avuto per così dire motivo di sciogliersi. Ed imbrattare. Imbruttire. E cospargere i protagonisti di sano spirito costruttivo, tanto che sul fango quasi quasi ci si potrebbe costruire una casa. 

21 febbraio 2015

Le Timpe della Wind


Il responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune di Belcastro ha rilasciato alla Wind il permesso di costruire un impianto di telefonia mobile in località Timpe. Che si tratti di un’ “antenna” vera e propria, e non di un semplice apparecchio telefonico, è dato dalle proprietà del file pubblicato sull’albo pretorio dell’Ente, per l’occorrenza funzionante, che l’autore del testo ha così nominato: "Wind antenna", perché fosse immediatamente riconoscibile per sé e per gli altri.

16 febbraio 2015

La Shoah dell’Arte


di Silvio Vigliaturo

La mostra fa parte del progetto La Shoah dell’arte, organizzato dall’associazione ECAD – impegnata da anni in attività di ricerca, sperimentazione, approfondimento e divulgazione della Memoria – e patrocinato e promosso dal MIBACT. Il MACA ha aderito all’invito rivoltogli, così come hanno fatto numerose altre istituzioni museali pubbliche e private, a livello nazionale, dando vita a un progetto museologico e teatrale diffuso, fondato su di una serie di mostre, conferenze e spettacoli a tema, correlate e interdipendenti.

15 febbraio 2015

La storia dell'Alaco secondo il pescatore Sergio de Marco

Sergio de Marco, direttore generale della So.Ri.Cal

Sergio de Marco è un ingegnere con la passione della pesca. A Gaeta qualche anno fa ha catturato un tonno. “Un combattimento pazzesco”, così racconta su Facebook. “Con salti, fughe laterali… Insomma la più incredibile avventura di pesca mi sia mai capitata.” Un uomo che ama l’ebbrezza del pericolo. Che la va a cercare. E l’affronta. Il suo sorriso non deve ingannare. È un combattente nato. Se non sei d’accordo con lui ti guarda diritto negli occhi per capire quanto sei in grado di resistere. Poi inizia a scaldarsi e, infine, quando meno te l’aspetti, ti affonda il colpo mortale. La più grande battaglia della sua vita la vive quotidianamente. Non nel Mediterraneo, ma alla sua scrivania a bordo della So.Ri.Cal (società di risorse idriche calabresi).

COPYRIGHT

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.