18 ottobre 2014

Scopelliti, Gentile, Trematerra e Talarico. Tutti fuori. Il sogno inconfessato dei calabresi forse si avvera


Scopelliti, Gentile, Trematerra e Talarico. Tutti fuori. In un colpo solo. Il sogno inconfessato dei calabresi onesti forse si avvera. Tra non molto. Tra non molto. Alle prossime elezioni regionali. La notizia positiva è che non li vogliono né Mario Oliverio e né Wanda Ferro. Quella cattiva è che non li vogliono né il Pd e né Fi, i partiti che hanno governato e fagocitato la Calabria negli ultimi quindici anni.

14 ottobre 2014

"L'imposta di soggiorno è illegittima." Gli albergatori di Sellia Marina impugnano la delibera del sindaco Mauro



Gli albergatori contro il sindaco di Sellia Marina, Francesco Mauro. “L'imposta di soggiorno è illegittima!” E poi, riguardo al responsabile degli obblighi tributari, rilevano: “Appare opportuno evidenziare come il soggetto da sanzionare sia colui il quale pernotta e non certo il gestore della struttura.” Impugnano la delibera comunale numero 16 del 30 giugno scorso e chiedono l’annullamento dinnanzi al Tribunale amministrativo della Regione Calabria.

04 ottobre 2014

Colpevoli d'innocenza

Il Palazzo della Procura a Catanzaro

In questi giorni tutti parlano di Luigi de Magistris e Gioacchino Genchi, rispettivamente ex pubblico ministero di Catanzaro ed ex consulente nella famigerata inchiesta Why Not. Condannati ad un anno e tre mesi di reclusione per aver acquisito i tabulati di otto parlamentari (Prodi, Mastella, Rutelli, Pisanu, Gozi, Minniti, Gentile, Pittelli). Parlano, scrivono, discutono della bontà o meno di un’indagine che arrivò a far cadere il governo Prodi nel 2008.

29 settembre 2014

Il Castellaccio di Belcastro è salvo! L'antenna Wind non si fa più

Il Castellaccio è salvo!

L’antenna della Wind non si fa più. Lo ha assicurato il sindaco, Severino Ciaccio, a margine di un Consiglio comunale aperto alla cittadinanza venerdì scorso. Un civico consesso acceso, in cui il primo cittadino ha provato a spiegare un iter complesso, questo che ha portato la compagnia telefonica a presentare il progetto di istallazione di un ripetitore in una zona vincolata, sia dal punto di vista storico che monumentale, a due passi dal Castellaccio, risalente al VI secolo d. C. “Non si può costruire nulla, lì.” ha tuonato ed ha ammesso il sindaco. Eppure, qualcosa è sfuggito di mano agli uffici competenti. Forse il piano regolatore, all’uopo governato alla bisogna.

COPYRIGHT

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.