29 luglio 2015

La "sinergia" della fogna a Ruggero

Tra il Comune di Sellia Marina e il Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese c’è feeling istituzionale. Il sindaco Francesco Mauro va fiero del presidente Grazioso Manno. E Grazioso di Mauro. Se il Consorzio scarica nel fiume Simeri e poi al mare liquami neri e maleodoranti, Mauro ringrazia. Se il sindaco si fa a piedi insieme al capo dei vigili, Palmiro Impera, tutto il percorso d’acqua trattenendo il respiro e verifica che si è trattato di un incidente. Di una svista. Di un qualcosa che esula dal controllo degli integerrimi dipendenti del Grazioso, Mauro è tranquillo. E lo ringrazia. E si scusa pure di aver dubitato. Anche tra l’Amministrazione comunale e l’Arpacal (Agenzia di protezione ambientale della Calabria) c’è un’intesa che va oltre ogni più rosea aspettativa. La chiamano “sinergia”. Uno fa e l’altro pure. Cioè, uno non fa mai una cosa che può andare contro l’altro. E quando succede corrono ai ripari. E i ripari diventano un’ulteriore dimostrazione del feeling istituzionale.

Buongiorno Cropani!

La chiazza di colore "marrone" comparsa sull'intera spiaggia di Cropani Marina questa mattina

Ore 9.00. Spiaggia di Cropani Marina. Il sole bagna di luce e calore arenile e avventori. Un leggero venticello accarezza e refrigera dalla temperatura che si alza vertiginosamente. Dall’orizzonte s'intravede una linea inconsueta di un colore diverso dal mare e dal cielo. Un insistente marrone sospinto verso il bagnasciuga. E più si avvicina più è facile identificarne la consistenza. Una chiazza che staglia la trasparenza dei fondali. Si avvicina. Sempre di più. Fino a morire tra le onde inconsapevoli.

16 luglio 2015

Diario di bordo 2015. Volume I

Il Cavatore di Giuseppe Rito

15 luglio 2015
Temo la paura e non so di coraggio. Paura di sbagliare, di confondere il bersaglio. Di non saper distinguere un fungo buono ma da un altro velenoso. Queste cose mi devastano la coscienza della libertà e la libertà in coscienza. Ma il coraggio di infliggere ferite profonde a quelli che se le meritano, questo no. Non lo conosco

13 luglio 2015

“Barbara e Rosellina Indrieiri le avrei salvate”. Lo “sgarrista” Giuseppe Perri a proposito della strage di San Lorenzo del Vallo



“Era una bella ragazza. Se c’ero io li facevo salvare.” Giuseppe Perri, capo della cosca “Lanzino - Ruà” operante in Acri e zone limitrofe con il grado di “sgarrista” (secondo la testimonianza del collaboratore di giustizia, Mattia Pulicanò) ne è sicuro. Lo confida al nipote, Luigi Belsito.

9 luglio 2015

Don Luca a Belcastro e il nuovo scacchiere diocesano di mons. Graziani

Don Luca Belcastro. Immagine del suo profilo Facebook

"Don Luca Belcastro è il nuovo parroco di Belcastro". La nomina ufficiale, da parte dell’arcivescovo della Diocesi di Crotone Santa Severina, mons. Domenico Graziani, ancora non c’è, ma, secondo i rumors della Curia, non ci sono dubbi. Il presule sarebbe pronto ad incardinarlo nella sede al momento occupata da don Franco Lorenzo e che negli ultimi anni ha sofferto il dramma della pedofilia di cui si sarebbe macchiato don Roberto Mastro, attualmente sotto processo al Tribunale di Catanzaro, nei confronti di decine e decine di ragazzini della piccola comunità presilana.

5 luglio 2015

Acri, quelle tragedie sfiorate...

Via Salvatore Scervini ad Acri. 
Dove il rischio incidenti è molto elevato perché la luminosità dei lampioni è oscurata dalle fronde degli alberi.

Non sono bastate le diverse segnalazioni al Comune e una denuncia alla Procura della Repubblica per potare gli alberi di via Salvatore Scevrini ad Acri e renderla più luminosa. Le fronde coprono letteralmente tutto il raggio dei lampioni oscurandoli. Ne consegue un grado di sicurezza della viabilità, per auto e pedoni, ridotto, per così dire, al lumicino. E dalle tragedie sfiorate. Fino a quando?

2 luglio 2015

Il tocco del blu

La Venus Blue di Klein (1960) 

Quando il sole sorge. Quando il sole tramonta. Quando le stelle firmano l’universo. Quando la luna vuota e la luna piena riflettono la solitudine. Quando gli occhi di un bambino si aprono al mondo. Quando pensi. Quando soffri. Quando sei felice. Quando il mondo non ti basta. Ecco, allora è il momento del blu. Il colore dell’assoluto. Il riflesso di qualcosa che non si vede. O meglio, che si vede come blu. L’orizzonte dell’infinito. Il colore del nulla rivelato nel cielo del giorno e nel cielo della notte. Nella luce. Nell’assenza dell’essere. Nella pace del tempo. Nella geometria della gioia. Nell'esistenza immortale.

22 giugno 2015

La Rota del Movimento Apostolico rinuncia a Cettyna Marraffa

Fotomontaggio a cura del blogger. 
Da sinistra: Cettyna Venerina Marraffa, Cesare Maria Rotundo e Domenico Concolino


Cettyna Venerina Marraffa lascia la presidenza del Movimento Apostolico. Dopo tre mandati consecutivi la figlia dell’ispiratrice, Maria Marino in Marraffa, dell’associazione religiosa più potente e più controversa delle diocesi calabresi non ce l’ha fatta a continuare. Il Consiglio Centrale, come enuncia un post del sito ufficiale del sodalizio, ha eletto Cesare Maria Rotundo.

COPYRIGHT

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.